SC Psichiatria – SPDC

Patologie trattate:

“L’attività del SPDC si rivolge a pazienti affetti da patologie mentali quali  schizofrenie, disturbi schizoaffetivi, disturbi psicotici, disturbi dell’umore, disturbi correlati all’uso di sostanze, disturbi d’ansia e somatoformi, disturbi di personalità.” 
L’attività è rivolta principalmente all’acuzie; per quanto riguarda il post-acuzie, i bisogni sociali e riabilitativi, l’impostazione di un trattamento ambulatoriale il Day Hospital e il punto ambulatoriale ospedaliero possono offrire una prima risposta in attesa di una presa in carico da parte del Centro di Salute Mentale dell’ASL di riferimento ( il 68% dei pazienti ricoverati nel 2017 proviene dall’ASL AL, distretto di AL-Valenza).

L’attività del SPDC è coordinata con quella dei Centri di Salute Mentale del Dipartimento Interaziendale ( Direttore dr.ssa Caterina Corbascio)   in specie con quelli di Tortona e Alessandria e con il Dipartimento di Patologia delle Dipendenze (Direttore dr. Luigi Bartoletti)
Il CSM è la sede organizzativa dell’équipe degli operatori e la sede del coordinamento degli interventi di prevenzione, cura, riabilitazione e reinserimento sociale nel territorio di competenza anche tramite l’integrazione funzionale con l’attività dei distretti.

Degenza ordinaria: la degenza consta di 11 posti letto. I colloqui del mattino si svolgono in ambiente dedicato così da garantirne la privatezza, abitualmente dalle ore 9.30 alle ore 11 circa. Il personale infermieristico provvede a garantire in ogni momento la disponibilità all’ascolto delle problematiche individuali e degli aspetti pratici legati alla degenza. Sono garantite consulenze specialistiche ulteriori date da un ospedale Hub oltre ai colloqui medici e di altri operatori per i pazienti che necessitano di un ulteriore spazio di ascolto individuale per una migliore definizione clinica ed una più approfondita analisi dei vissuti e del disagio che hanno determinato lo scompenso psicopatologico .

I familiari possono incontrare i medici dell’équipe tutte le mattine dalle 12 alle 14 e, al di fuori di tale orario, su appuntamento.

Si garantisce inoltre un’attività di psichiatria di liaison all’interno dell’Ospedale (nell’ambito dell’attività ambulatoriale rivolta ai degenti dell’azienda) con consulenze presso i vari reparti (nel 2012 sono state effettuate 309 consulenze) e presso il Pronto Soccorso-DEA (responsabile Psichiatria di liaison dr. Massimo Prelati).

Orario di visita dei parenti: dalle 07,00 alle 08,30; dalle 11,00 alle 14,30; dalle 18,00 alle 20,00.

Day hospital: dall’autunno 2007 è attivato il Day Hospital diagnostico-terapeutico in cui lavorano un medico e una infermiera impegnati nell’accueil e nell’assistenza.  I pazienti possono accedervi solo su prenotazione di specialisti psichiatri, con lo scopo di fornire  un’alternativa, laddove  possibile, al ricovero ospedaliero e/o di proseguire  il post ricovero trattamenti  e indagini iniziate  durante la degenza. In particolare il servizio si rivolge ai pazienti con Disturbi dell’Umore resistenti alle terapie e ai Disturbi di Personalità, ai pazienti con Esordio Psicotico. I trattamenti sono di tipo psicofarmacologico  di tipo psicoterapico focalizzato, di riabilitazione cognitiva.
Orario: 8.30-14 dal lunedì al venerdì.

Servizi erogati

Il reparto consta di 8 camere di degenza tutte con servizio igienico, 5 con doccia, 7 camere sono a due letti, 1 camera singola, nessuna camera a pagamento con supplemento. A queste si aggiunge un salone con TV, spazio ricreativo con biliardino e angolo di lettura. Le pareti sono arredate con doni di artisti locali e non, di pazienti e del personale a cui si aggiungono opere prodotte direttamente da altri degenti o pazienti seguiti dal servizio negli anni. Le camere di degenza sono ampie, luminose tutta la struttura è climatizzata. In cucina è disponibile un frigo per la conservazione di alimenti dei degenti che possono essere riposti previa indicazione nominale.

SPDC, Servizio Psichiatrico di Diagnosi e Cura

Ambulatorio per i Disturbi dell’Umore e per l’ADHD nel paziente adulto

DH per i Disturbi dell’Umore, Punto Clozapina, Esordi Psicotici

Diagnosi e trattamento di pazienti con disturbo dell’Umore e  ADHD nell’adulto per il DSM ASL  AL e ASL AT, responsabile Dr. Rocco Carena

Diagnosi e trattamento dei disturbi psicotici, responsabile della psichiatria di liaison Dr. Massimo Prelati

Diagnosi e trattamento degli esordi psicotici, referente psichiatria transculturale Dr. Sergio Raffaelli

Psicopatologia dell’adolescente e del giovane adulto, responsabile Dr.ssa Patrizia Santinon

Ambulatori e reparti

Ambulatorio: 
L’ambulatorio, attivato dal 2002, si rivolge, sia all’utenza interna, nel senso di consulenza  verso pazienti ricoverati, sia all’utenza esterna come ambulatorio specialistico.
Ambulatorio per i disturbi dell’umore:
L’ambulatorio si rivolge in particolare  a soggetti sofferenti di disturbi bipolari, depressioni  resistenti ai trattamenti e alla prescrizione  e monitoraggi dei farmaci stabilizzatori dell’umore.
Gli utenti  vi accedono dopo la prima visita ambulatoriale, oppure dopo il ricovero in reparto o DH.

Dal Marzo 2017 in risposta  alla DG n 50-4417 del 19/12/2016 ad oggetto  “ Individuazione di centri specialistici regionali di riferimento per la prescrizione dei farmaci approvati per il trattamento dell’ADHD per i soggetti in età adulta in stretta sinergia con i centri per l’età evolutiva”  la SC Psichiatria è stata riconosciuta quale Struttura idonea ad assolvere alle funzioni  di Centro di riferimento ADHD per l’adulto    ( responsabile dr. Rocco Carena) per il Dipartimento Interaziendale di Salute Mentale.

Aree di eccellenza

Nel Day Hospital si è consolidato un progetto originale nei pazienti con Disturbo Schizofrenico più grave, integrando il monitoraggio ematologico, richiesto dalla terapia con Clozapina, con un programma riabilitativo che, partendo dall’attenzione per la salute fisica, prenda in considerazione la Cura del Sé. L’attività viene svolta con la collaborazione della SC Malattie Metaboliche.
Nel Day Hospital sono stati introdotti i principi del Trattamento basato sulla Mentalizzazione di Bateman e Fonagy. In letteratura vi sono prove di efficacia dei trattamenti strutturati in regime di Day Hospital, peraltro ancora di scarsa diffusione, per le persone affette da un Disturbo di Personalità, patologie che hanno una crescente diffusione nella popolazione generale, a contro di una difficoltà di gestione all’interno della operatività usuale dei Dipartimenti di Salute Mentale.
Nel Day Hospital si segue un protocollo di trattamento specifico per i pazienti con un primo episodio psicotico di età compresa fra 18 e 30 anni, strutturato in due fasi.
La prima fase, della durata di due -otto settimane ha lo scopo di migliorare l’adesione al Progetto Terapeutico, aiutare il paziente a comprendere ed accettare l’esperienza di malattia e ridurre la tensione familiare.
La seconda fase invece, della durata di un anno con accessi mensili, si propone di: prevenire e trattare gli effetti collaterali degli psicofarmaci (in particolare a livello sessuale e metabolico), riconoscere più facilmente segni precoci di riacutizzazione, affiancando le visite specialistiche ambulatoriali e proseguire gli interventi psicoterapeutici individuali e familiari, se necessario.
Tale attività che verrà svolta in stretto collegamento con il Gruppo di Lavoro, cui prendono parte terapeuti appartenenti ai diversi luoghi clinici del Dipartimento di Salute Mentale (DSM), sul modello delle reti cliniche ha l’obiettivo di documentare esiti clinici, costi sanitari, aspetti connessi con il ritardo del riconoscimento e della presa in cura delle psicosi e con le difficoltà a riconoscere i segnali di rischio precoci.
Proprio in considerazione della criticità del passaggio dai servizi di NPI a quelli di Salute Mentale (Mc Laren et al, 2013, Singh et al, 2015), il DH si configura come ponte tra ospedale e territorio con particolare attenzione all’adolescenza longue durée con la presa in cura di pazienti dai 18 ai 25 anni per percorsi di psicoterapia breve di individuazione, in collaborazione con il servizio ospedaliero di Psicologia e con il servizio Territoriale (Spazio Adolescenti).

Attività didattiche e di ricerca

Il nostro Servizio è stato inserito nello studio CHAT organizzato dalla Clinica Psichiatrica dell’Università di Verona, teso a studiare gli effetti dell’associazione tra Clozapina e Haloperidolo o Aripiprazolo. Il nostro Servizio ha partecipato anche allo studio LAST organizzato dall’Università di Verona sullo studio dei Sali di Litio nelle forme depressive.
Protocollo d’intervento precoco nelle psicosi con somministrazione di SPI-A, CAARMS, VGF in pazienti a partire dai 15 anni (referente per l’A.O. dr. Raffaelli Sergio), in collaborazione con i colleghi del DSM interaziendale rete clinica esordi.
Si utilizza in reparto-degenza un protocollo di somministrazione della Clozapina che prevede una serie di step riguardanti i dosaggi e gli esami di laboratorio e strumentali correlati all’uso di tale farmaco.
Si utilizza un protocollo per l’utilizzo dela Metformina per ridurre il “weight-gain” iatrogeno . 

Protocollo di screening diagnostico nel paziente con sospetto ADHD adulto: “ WURS, ASRS V1.1, intervista diagnostica  DIVA  2.0

Si allega link sul Report Salute Mentale Regione Piemonte 2017 in cui si fa riferimento al progetto di  psicopatologia dell’età evolutiva che coinvolge la SC Psichiatria e la SC NPI dell’ASO AL finalizzato a migliorare la risposta assistenziale in acuzie e favorire una cultura della gestione integrata con coinvolgimento primario delle strutture territoriali NPI-DSM.

Primo Report regionale sulla Salute Mentale: http://www.ires.piemonte.it/index.php/il-rapporto

 

 

 

 

 

Psichiatria

medicazione 013120 6616
studio medico 0131 206410,
coordinatore inf.co 0131 206525,
DH 0131 206319,
studi medici 0131 206612, 0131 206615
fax 013120 6101

dh-psic@ospedale.al.it

Presidio Ospedaliero SS Antonio e Biagio e Cesare Arrigo Via Venezia 16

L’SC Psichiatria si trova al piano terra dell’Ospedale SS Antonio e Biagio, nel settore D Piano 0
Sono collocati gli Ambulatori e Day-Hospital, separati dalle camere di degenza. La zona consta di due studi medici e uno spazio di Day-Hospital dedicato alla somministrazione delle terapie, all’effettuazione di esami ematici, nonché alla rilevazione di parametri.


DIRETTORE

Santinon Patrizia


EQUIPE

Carena Rocco

Costanza Alessandra

Pagani Cinzia

Prelati Massimo

Raffaelli Sergio


COORDINATORI INFERMIERISTICI

Costa Daniela


Scarica qui la Carta dei Servizi

Accessibility