Ricovero

RICOVERO OSPEDALIERO: cosa sapere, come fare!

Il ricovero è il periodo di tempo che il paziente trascorre presso le strutture dell’Azienda Ospedaliera, necessario per assicurargli le prestazioni di diagnosi, cura e riabilitazione delle malattie che richiedono interventi che non possono essere affrontati o risolti a domicilio.

Il ricovero è gratuito per i cittadini italiani e stranieri iscritti al SSN. Ai cittadini stranieri non iscritti al SSN è garantita l’assistenza limitatamente a prestazioni urgenti ed essenziali, secondo la legislazione vigente.

Come avviene un ricovero?

Il ricovero può essere urgente quando è predisposto dal Medico del Pronto Soccorso presso i reparti dotati di posti letto che accolgono i pazienti. Nel caso si renda necessario il ricovero presso un’altra struttura, l’ospedale assicura il trasporto del malato. In alternativa al ricovero urgente il paziente può essere trattenuto in osservazione breve presso il Pronto Soccorso, per accertamenti, trattamenti e monitoraggio per un tempo massimo di 36 ore, al termine del quale il medico può proporre il ricovero o le dimissioni. In Pronto Soccorso viene eseguita l’identificazione anagrafica del paziente, nel rispetto della normativa sulla privacy. Se il paziente non ha con sé i documenti sanitari potrà presentarli in un secondo momento.

Come si programma un ricovero?

Day Hospital: ricovero giornaliero programmato idoneo allo svolgimento di indagini diagnostiche specialistiche, per la somministrazione di terapie o per trattamenti specifici, la cui esecuzione richiede assistenza non garantita ambulatorialmente. Può articolarsi anche in più giornate. E’ predisposto dal Medico di reparto.

Ricovero in Day Surgery: ricovero per interventi chirurgici di complessità relativamente limitata; può prevedere anche il pernottamento di una notte successiva all’intervento.

Una volta terminato il Day Hospital o il Day Surgery i medici provvedono alla dimissione del paziente, restando comunque a disposizione in caso di necessità nelle ore immediatamente successive

 

 

Per i cittadini italiani si raccomanda di portare i seguenti documenti:

  • proposta di ricovero;
  • documento di riconoscimento valido;
  • tessera sanitaria: TEAM.

Per i cittadini stranieri:

  • passaporto;
  • foglio di soggiorno;
  • libretto sanitario;
  • polizza assicurativa;
  • qualunque documento identificativo del loro Stato;
  • eventuale documento di iscrizione al SSN rilasciato dalla Prefettura.

Si raccomanda di portare con sé tutta la documentazione clinica di cui si è già in possesso.

L’Azienda Ospedaliera dispone di camere di degenza nei due presidi Ospedalieri che ospitano, secondi i casi, 2 o 3 pazienti. Ogni unità di degenza è dotata di un letto, comodino e armadietto in cui riporre il necessario da utilizzare durante il soggiorno ospedaliero; parte integrante sono il materasso, cuscini e biancheria. Ad ogni dimissione, l’unità di degenza è pulita e disinfettata dal personale dell’Azienda secondo uno specifico protocollo di pulizia emanato dalla Direzione Medica dei Presidi. I pazienti che desiderano usufruire di comfort alberghiero aggiuntivo rispetto alla degenza ordinaria, possono accedere al ricovero in camere a pagamento dopo prenotazione.

Distribuzione dei pasti. La distribuzione dei pasti è effettuata tramite carrelli termorefrigeranti in vassoi termici personalizzati completi di piatti, posate, bicchieri, tovaglioli e di una bottiglia di acqua naturale. È data facoltà alla persona ricoverata di scegliere fra i menù proposti il giorno precedente, in relazione ai piatti disponibili, a meno che non ci sia l’indicazione da parte dei sanitari a consumare una dieta specifica.

Vengono serviti quattro pasti al giorno:

  • colazione: fra le 07.30 e le 07.45
  • pranzo: fra le 11.30 e le 12.45
  • merenda: la fascia oraria varia secondo la S.C. in cui il degente è ricoverato
  • cena: fra le 17.30 e le 18.45

Su prescrizione medica e/o dietistica si forniscono pasti per le varie patologie (es. celiaco, aproteico, ecc..). Per informazioni più precise e per particolari esigenze alimentari rivolgersi al personale infermieristico. Prima e dopo interventi o esami può essere necessario effettuare diete particolari. Ovviamente in tali periodi ci si deve attenere a quanto prescritto e non si deve integrare con cibi e bevande personali.

  • Biancheria personale;
  • Pigiama (o camicia da notte) e giacca da camera (o vestaglia);
  • Pantofole;
  • Asciugamani;
  • Sapone;
  • Spazzolino e dentifricio, pettine e necessario per la barba;

Non tenere in Ospedale oggetti di valore e ingenti somme di denaro, in quanto l’Amministrazione dell’Azienda non si assume responsabilità in caso di furto.

L’Azienda non assume alcuna responsabilità per denaro, gioielli ed altri valori che l’utente abbia con sé al momento del ricovero.

Ogni paziente deve informare il medico circa i farmaci che sta assumendo e durante il ricovero dovrà attenersi alla terapia farmacologia prescritta.

Tutto il personale dedicato all’assistenza è riconoscibile mediante il cartellino identificativo.

Rispettare tutte le indicazioni del personale medico ed infermieristico per rendere ottimale il risultato delle cure prestate. Rispettare il divieto di fumare all’interno delle strutture ospedaliere per contribuire alla sicurezza dei locali ed alla salubrità dell’ambiente. Non utilizzare telefoni cellulari nei locali dove è vietato, al fine di non interferire con il corretto funzionamento delle apparecchiature elettromedicali. Chiarire con il personale di servizio eventuali incomprensioni e segnalare le situazioni di disagio che possono insorgere, così da collaborare al loro superamento. Segnalare, anche dopo la dimissione, all’Ufficio Relazioni con il Pubblico, difficoltà e disservizi riscontrati nel corso del ricovero, in modo da fornire all’Azienda Ospedaliera indicazioni per migliorare il servizio offerto ed ottenere informazioni in merito alle problematiche sollevate. Il paziente dovrà trovarsi nel proprio letto durante l’orario della visita medica, delle terapie e in quello della distribuzione dei pasti. Per visite ed esami diagnostici il paziente sarà tempestivamente avvisato e accompagnato nelle aree oggetto della prestazione.

Evitare l’assunzione di medicinali e cibi introdotti dall’esterno, senza aver prima consultato il personale medico del Reparto. Utilizzare apparecchi televisivi e radiofonici nel rispetto delle esigenze degli altri pazienti, a volumi contenuti e orari limitati. Informare il personale ogni volta che ci si allontani dal Reparto, per non causare, a motivo della propria assenza, ritardi e disservizi nell’esecuzione delle attività diagnostiche e terapeutiche.

Al momento del ricovero il personale infermieristico consegnerà al paziente la carta dei servizi e l’opuscolo informativo del reparto, con le indicazioni relative al comportamento da seguire. 

Ospedale Civile SS Antonio e Biagio

Orari standard:

  • Entrata Via Venezia, 16: dalle ore 07.00 alle 08.30 – dalle 11.30 alle 14.30 – dalle 18.00 alle 20.00 (7 giorni su 7)
  • Entrata Fiandesio Spato Marengo, 43: dalle ore 07.00 alle 08.30 – dalle 11.30 alle 14.30 – dalle 18.00 alle 20.00 (dal Lunedì al Venerdì); Sabato: dalle ore 08.00 alle 08.30 – dalle 11.30 alle 14.30 – dalle 18.00 alle 20.00; Festivi e Domenica chiusa.

Alcuni reparti hanno orari e modalità particolari da vedere nelle singole schede di reparto all’interno del sito.

Ospedale Infantile Cesare Arrigo

Orari standard:

  • Entrata Spalto Marengo, 46: dalle ore 15.00 alle 16.00 (7 giorni su 7)

Presidio Borsalino

Orari standard:

  • Dalle ore 07.30 alle 08.30 – dalle ore 11.30 alle 13.30 – dalle ore 16.30 alle 20.00 (7 giorni su 7)

Come avvengono le dimissioni?

La data di dimissione viene comunicata, fatti salvi casi di urgenza, con anticipo utile ed è il medico del reparto a stabilire la dimissione del paziente. L’orario viene concordato con il coordinatore infermieristico del reparto. Al momento della dimissione occorre richiedere la restituzione della documentazione sanitaria personale consegnata durante il ricovero.

A seguito della dimissione dal reparto ospedaliero, il ritorno a domicilio è a carico del paziente; sulla base delle condizioni cliniche può essere disposto il trasferimento ad altro ospedale, a carico dell’Azienda Ospedaliera; in casi particolari può essere richiesta l’attivazione dell’assistenza a domicilio, o viene concordata con l’ASL di residenza la sistemazione in struttura per cure intermedie; l’unità di valutazione geriatrica ospedaliera provvede invece a richiedere, ove ne esistano i presupposti, l’inserimento nelle graduatorie per le strutture residenziali del territorio di riferimento.

Per essere dimessi contrariamente al parere medico occorre firmare una dichiarazione in cui ci si assume la responsabilità della scelta e delle eventuali conseguenze.

Come ottenere il certificato di ricovero?

È possibile ritirare il certificato di ricovero all’atto della dimissione direttamente presso il reparto oppure successivamente recandosi allo sportello dell’ufficio anagrafe / spedalità c/o Presidio “SS. Antonio e Biagio” via Venezia 16, tel. 0131-206448 e c/o “C. Arrigo” Spalto Marengo 46, tel. 0131-207258, da Lunedì a Venerdì dalle ore 08.30 alle 12.30.

Come ottenere il certificato di malattia post-ricovero?

E’ possibile richiedere tale certificato direttamente ai dirigenti medici del reparto di ricovero.

Cos’è la cartella clinica?

La cartella clinica è un insieme di documenti nei quali vengono registrati dal personale sanitario e medico che ha in cura il paziente i dati anagrafici, sanitari, sociali, ambientali e giuridici, per rilevare le informazioni diagnostiche e terapeutiche, al fine di predisporre gli opportuni interventi assistenziali.
La lettera di dimissione è un riassunto di quanto avvenuto durante il ricovero ed è consegnata al paziente al momento della chiusura del ricovero.  Ogni cittadino che sia stato ricoverato ha diritto ad avere tutta la documentazione dopo le dimissioni dall’ospedale, secondo i tempi e le modalità di legge esplicitate nelle istruzioni operative e al regolamento sulla cartella clinica redatti dall’Azienda Ospedaliera. 
Il numero di giorni per il rilascio della copia è 30 (art. 25 Legge 241/1990 e successive modifiche e dell’art. 6 comma 4 DPR n 184 del 12/4/2006 ).

Chi può ritirare la cartella clinica?

La copia della cartella clinica può essere richiesta da:

  • Diretto interessato;
  • Eredi legittimi di cittadini deceduti, previa attestazione della loro condizione di aventi causa, formalizzabile presso l’ufficio cartelle cliniche mediante dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà conformemente alle indicazioni dell’art. 4 Legge 15/1968 e successive modifiche e integrazioni;
  • Altra persona recante delega scritta del richiedente unitamente a sua richiesta scritta corredata di copia di documento d’identità. Anche al delegato è richiesta l’esibizione di un documento d’identità valido;
  • Tutore o esercente la patria potestà (in caso di minore o interdetto) previa certificazione di detto status mediante dichiarazione sostitutiva di atto notorio di cui all’art.4 della L.15/68 ovvero mediante autocertificazione di cui all’art.3 della Legge 127/1997 );
  • Medico curante nell’espletamento della propria attività istituzionale, previa dimostrazione della propria condizione di “medico di famiglia”;
  • Autorità giudiziaria previa richiesta scritta;
  • Enti pubblici che perseguono fini connessi all’erogazione dell’assistenza sanitaria per ragioni strettamente inerenti alla loro funzione istituzionale (INAIL, INPS, Ministero della Salute, regione, ecc.).

 Come ritirare la cartella clinica?

La copia della cartella clinica viene rilasciata presso l’Ufficio Cartelle Cliniche su richiesta  del paziente con istanza scritta in carta libera o utilizzando la modulistica in dotazione all’apposito Ufficio ed esibendo un documento d’identità valido.
Il rilascio della copia presuppone l’avvenuto pagamento della tariffa determinata dall’Azienda Ospedaliera.
Le richieste fatte per posta sono ritenute valide se risultano corredate da copia di valido documento di identità che consenta il confronto tra la firma apposta sulla richiesta, dalla firma risultante dal documento stesso e dalla ricevuta relativa al pagamento di € 10,00.
E’ ammessa su richiesta la spedizione a domicilio con spese postali a carico del richiedente.

Dove ritirare la cartella clinica?

  • Ufficio Cartelle cliniche Presidio ”SS. Antonio e Biagio”, Via Venezia 16 :
          Richiesta e ritiro della cartella clinica: da Lunedì a Venerdì dalle ore 08.30 alle ore 12.30 e, previo appuntamento, dalle ore 14.00 alle ore 15.30. 
          Per informazione telefonare da Lunedì a Venerdì al numero 0131-206620 dalle ore 08.30 alle ore 12.30 e dalle ore 14.00 alle ore 15.30 per i presidi “SS. Antonio e Biagio” e “T. Borsalino”;
  • Presidio “Cesare Arrigo”, presso CUP Spalto Marengo al numero 0131.2007307 da Lunedì a Venerdì dalle ore 08.30 alle ore 09.30 e dalle ore 14.00 alle ore 15.30.

La consegna della copia può avvenire, dietro espressa richiesta, anche a mezzo spedizione a domicilio con spese postali a carico del richiedente

Il personale della Struttura di Ostetricia organizza corsi di preparazione alla gravidanza e al parto, assiste le donne con gravidanza anche ad alto rischio, monitorizza il travaglio e il parto spontaneo, indotto o operativo. Dopo il parto, l’Ostetricia garantisce assistenza al puerperio e all’allattamento. 
Il Team del Nido assiste i neonati e la madre nei primi momenti della loro relazione, durante l’allattamento, durante le pratiche di igiene e di cura del neonato. In questa pagina tutte le informazioni specifiche. 

INFO UTILI

L’Assistente Sociale svolge attività di aiuto, consulenza ed orientamento ai degenti ed ai loro familiari al fine di coadiuvare le dimissioni protette per pazienti anziani, per gli adulti in difficoltà, per i minori in situazioni di pregiudizio o per le situazioni problematiche di donne vittime di violenza e nuclei famigliari multiproblematici e nello specifico:

  • Collabora nel percorso di continuità assistenziale;
  • Coordina l’attività di mediazione culturale;
  • Sostiene e accompagna nei percorso di dimissione ospedaliera i pazienti con disabilità croniche.

E’ presente nella Struttura il Servizio Sociale Ospedaliero che si può contattare tramite il Coordinatore di Reparto.
Il Servizio di assistenza sociale presso l’Azienda Ospedaliera Santi Antonio e Biagio e Cesare Arrigo si svolge nelle giornate di Lunedì, Mercoledì e Giovedì dalle ore 12.00 alle 03.00; la sede è collocata in posizione limitrofa al settore ambulatoriale dell’Urologia., tel. 0131-206371.

La funzione di mediazione culturale è un servizio fornito ai pazienti stranieri per spiegare le regole del sistema sanitario e dell’Azienda Ospedaliera, facilitare l’orientamento presso la struttura e l’effettuazione di pratiche amministrative di routine, fino all’accompagnamento degli utenti stranieri nei casi particolarmente problematici.

I mediatori interculturali sono presenti presso i locali della portineria dell’Azienda Ospedaliera di Via Venezia 16, dove effettuano un’attività di accoglienza e informazione rivolta ai cittadini stranieri. 
Lo sportello al pubblico è aperto:

  • Lunedì dalle ore 10.00 alle 13.00 mediatori di lingua araba;
  • Mercoledì dalle ore 10.00 alle 13.00 mediatori di lingua albanese;
  • Venerdì dalle ore 15.00 alle 18.00 mediatori in lingua rumena.

In questi orari, i mediatori saranno anche a disposizione per chiarimenti telefonici al numero 0131-207581.
I mediatori culturali sono presenti in Azienda presso i locali della Direzione Medica di Presidio:

  • Martedì mattina dalle ore 10.00 alle 13.00 (lingua rumena);
  • Mercoledì pomeriggio dalle ore 14.00 alle 17.00 (lingua araba);
  • Giovedì pomeriggio dalle ore 14.00 alle 17.00 (lingua albanese).

Inoltre, sono previste le chiamate per gli interventi di emergenza che vengono effettuate dal personale della struttura interessata.

Con deliberazione n. 117 del 16/04/2015 è stata adottata la “Convenzione per la fruizione di strutture recettive a tariffe agevolate a favore degli operatori e dell’utenza dell’Azienda Ospedaliera”.  Gli alberghi che hanno aderito alla convenzione e che applicheranno le tariffe agevolate sono:

  • Hotel Londra – Corso Felice Cavallotti, n. 51 – telefono 0131-251721 – FAX 0131-253457
  • Hotel Europa – Via Palestro, n. 1 – telefono 0131-236226 – FAX 0131-252498
  • Hotel Alli due Buoi Rossi – Via Cavour, n. 32 – telefono 0131-517171 – FAX 0131-517172

Di seguito le percentuali di sconto applicate ai listini ufficiali:

Hotel Londra:

  • relatori di convegni, informatori medici: 10%;
  • dipendenti dell’Azienda Ospedaliera: 20%
  • parenti di pazienti ricoverati, utenti in attesa di ricovero, utenti che devono effettuare prestazioni ambulatoriali o esami: 30%

Hotel Europa:

  • 30% di sconto sulle tariffe alberghiere utenti, parenti o dipendenti;

Hotel Alli due Buoi Rossi:

  • Tariffe Corporate: 11,11% di sconto per Camera Doppia uso singola; 12,50% di sconto per Camera Matrimoniale/ Due Letti;
  • Tariffa Business Flex: 10% di sconto sulla migliore tariffa del giorno disponibile sul portale on line booking.com

I pazienti, o i loro parenti, che necessitino di attestare un ricovero presso la nostra Azienda o comunque gli aventi diritto agli sconti sopra riportati presso gli alberghi convenzionati, potranno richiedere all’Ufficio Relazioni con il Pubblico il modulo relativo da presentare alle strutture ricettive.

Per informazioni telefoniche rivolgersi ai seguenti numeri dell’Ufficio Relazioni con il Pubblico (URP): 0131-06648 – 0131-206835 – 0131-206542.

Il consenso informato è il mezzo che consente la partecipazione del paziente alle decisioni sulla sua salute. 

Vai alla pagina dedicata

Grandezza Carattere