FESTA DI SANT’ANTONIO: “CERIMONIA DEL GRAZIE” PER I NOSTRI BENEFATTORI

By: | Tags: | Comments: 0 | gennaio 17th, 2020

Un pomeriggio di festa per ripercorre in maniera comunitaria i piccoli e grandi gesti di attenzione dimostrati dai numerosi donatori durante l’anno appena trascorso. Si è svolto così il quarto giorno delle celebrazioni di Sant’Antonio, tra sorrisi, ringraziamenti e ottima musica.

Ci rende davvero felici vedere il Salone così gremito in questa occasione di incontro e di scambio – ha affermato il Direttore Amministrativo Roberta Volpini in apertura – poiché voi siete il segno tangibile della forte rete di sinergia che da tempo si è creata intorno all’Ospedale, rendendo così possibile il continuo potenziamento dei servizi offerti ai nostri pazienti. Ciò che accomuna tutti i presenti, è sicuramente la condivisione di valori quali l’altruismo e la voglia di operarsi per il prossimo e per questo vi ringraziamo di cuore”.

A consegnare gli attestati simbolici di ringraziamento anche i professionisti delle strutture ospedaliere che maggiormente hanno beneficiato di queste donazioni – Pediatria, Chirurgia Pediatrica, Oncologia, Ematologia, Ostetricia e Ginecologia, Cardiochirurgia e Geriatria – e il Presidente della Fondazione Uspidalet ONLUS Bruno Lulani: “Oggi, in un clima di appartenenza, condivisione e collaborazione, vogliamo festeggiare insieme all’Azienda Ospedaliera e ai moltissimi benefattori che costituiscono la vera anima di questa Fondazione, senza i quali non potremmo condurre i nostri progetti a beneficio dei tre presidi, e in particolar modo dell’Infantile, per una sempre maggiore efficienza e umanizzazione delle cure e degli spazi”.

Al termine della “Cerimonia del grazie”, l’Azienda Ospedaliera ha infine voluto omaggiare tutti i presenti con il Concerto del Gruppo Corale “Prof in coro” e del Dipartimento di Didattica della Musica del Conservatorio A. Vivaldi di Alessandria, diretto dal maestro Luigi Cociglio. Un dono che aspira ad arrivare dritto all’ampio cuore dei tanti benefattori che hanno fatto la differenza.

Accessibility