Chirurgia Maxillo Facciale

Dipartimento Chirurgico Strutturale

Patologie trattate o esami
asportazione di lesione dentaria della mandibola
Interventi sull’orbita
altri interventi su orecchio, naso, bocca e gola
traumatismi e deformità del naso
interventi sulla bocca con complicazione
malattie dei denti e del cavo orale
altri interventi su sistema muscolo scheletrico e tessuto connettivo
ustioni non estese
scialoadenectomia
interventi sulle ghiandole salivari
estrazioni e riparazioni dentali
escissione e rimozione locale di mezzi di fissaggio
fratture patologiche e neoplastiche maligne
trapianto di pelle e sbrigliamenti
altra estrazione chirurgica di dente
altra asportazione della bocca
riduzione aperta di frattura mandibolare asportazione radicale di lesione della cute
innesto osseo su ossa facciali
riduzione aperta di frattura zigomatica e malare
riduzione aperta di frattura mascellare
riduzione aperta di frattura mandibolare
riparazione di difetti del viso
intervento ortodontico
biopsia della lingua
frenulectomia linguale
incisione delle ghiandole o dotti salivari
scialoadenectomia
riduzione di frattura della faccia
riduzione di frattura nasale
iniezione di sostanze terapeutiche ad azione locale all’interno di altri tessuti molli
correzione di cicatrice o briglia retrattile della cute
asportazione di lesione del seno mascellare secondo caldwell-luc 
asportazione o demolizione di lesione o tessuto della lingua
asportazione di lesione o tessuto della gengiva
osteotomia totale di altre ossa facciali con contemporanea ricostruzione
asportazione o demolizione ampia di lesione o tessuto del palato osseo
ampia asportazione di lesione del labbro
biopsia della gengiva
biopsia a cielo aperto di ghiandola o dotto salivare
Servizi erogati dalla struttura

Posti letto: dipartimentali
La Chirurgia Maxillo Facciale rappresenta una struttura operativa semplice a valenza dipartimentale. Gestisce pazienti critici operando in stretto rapporto con le altre strutture operative dell’Azienda e del territorio. E’ struttura accreditata dalla Società Italiana di Chirugia Maxillo Facciale. Afferiscono alla struttura una sala operatoria dedicata ad interventi in anestesia locale con due postazioni chirurgiche attrezzate ed una sala operatoria per interventi complessi in anestesia generale fornita delle più moderne attrezzature. Afferiscono altresì posti letto per ricovero ordinario e day hospital. Ambulatori divisionali dedicati, capaci di far fronte ad interventi di chirurgia minore completano la struttura.
Visite ai degenti: dalle 7 alle 8:30, dalle 11:30 alle 14:40 e dalle 18 alle 20.

AMBULATORI:
AMBULATORIO DIVISIONALE. Situato presso la degenza. Prenotazione tramite C.U.P.
AMBULATORIO DI ODONTOSTOMATOLOGIA. Situato a piano terreno. Prenotazione tramite C.U.P.
AMBULATORIO DI ODONTOIATRIA PEDIATRICA. Situato presso l’Ospedale Infantile. Prenotazioni tramite C.U.P.
AMBULATORIO DI OSTEORADIONECROSI. Situato presso la degenza. Prenotazione tramite C.U.P.
AMBULATORIO PER VISITE IN LIBERA PROFESSIONE (a pagamento). Situato presso l’Ospedale Infantile. Prenotazione tramite sportello dedicato. Tel 0131.207335 o 0131.207336.
LEGA ITALIANA LOTTA CONTRO I TUMORI (onlus). Dalla collaborazione con la LILT è attivo dal 2005 un ambulatorio dedicato alla prevenzione delle malattie del cavo orale. Vi si accede tramite prenotazione alla Segreteria della Lega. Tel. 0131.206369.

La chirurgia maxillo facciale di Alessandria offre due percorsi di diagnosi e terapia avanzati.
PERCORSO DIAGNOSTICO:
DEFORMITA’ CRANIO FACCIALI. Visite specialistiche chirurgiche; esami non invasivi (prove occlusali, impronte dentarie, montaggi in articolatore, tracciati cefalometrici).
NEOPLASIE DEL CAVO ORALE E CUTANEE FACCIALI. Visite specialistiche chirurgiche; esami mini-invasivi (agoaspirati, agobiopsie e biopsie per esame istologico e citologico) e di stadiazione (raccolta di dati e riproduzione fotografica digitalizzata).
PATOLOGIE NON TUMORALI. Visite specialistiche chirurgiche; esami mini-invasivi (tamponi, strisci, test di vitalità dentaria, agoaspirati, drenaggi).

PERCORSO TERAPEUTICO:
TRATTAMENTO POST CHIRURGICO AMBULATORIALE. Visita di controllo specialistica, medicazioni, rimozione punti di sutura, fissaggio blocchi intermascellari rigidi ed elastici, ginnastica riabilitativa e funzionale di Delare, rimozione di tamponi endonasali ed archetti contenutivi, rimozione di ferule interarcata.
CHIRURGIA DELLE DEFORMITA’ CRANIO FACCIALI. Chirurgia dei progenismi e dei prognatismi, ipoplasie malari, deformità in genere delle ossa del complesso maxillo-facciale.
CHIRURGIA ONCOLOGICA. Chirurgia demolitiva (mandibulectomie, maxillectomie, exenteratio orbitae, glossectomie e pelvectomie, svuotamenti laterocervicali, sciaoloadenectomie) e ricostruttiva (lembi peduncolati e liberi rivascolarizzati).
CHIRURGIA NON ONCOLOGICA. Chirurgia delle disodontiasi, chirurgia delle parodontopatie con l’utilizzo del plasma autologo arricchito di piastrine, chirurgia, chirurgia mucogengivale avanzata, chirurgia delle cisti ossee, osteogengivoplastica, frenuloplastica, lavaggi e infiltrazioni endoarticolari.
CHIRURGIA PREPROTESICA. Prelievi d’osso da sedi extraorali (bacino, tibia, perone) e da sedi intraorali distali (mento, ramo mandibolare, tuber); innesti d’osso con plasma autologo ricco di piastrine, rigenerazione ossea guidata anche l’utilizzo di materiali alloplastici o eterologhi.
CHIRURGICA D’URGENZA. Drenaggio di ascessi cervico-facciali, riduzione delle fratture del massiccio facciale anche mediante l’utilizzo di mezzi di sintesi al titanio, riduzione delle fratture dento-alveolari, drenaggio di ematomi retrobulbari, trattamento delle lussazioni dell’atm.
A questi si aggiunge un percorso strategico di rilevanza nazionale che viene gestito in collaborazione con altri specialisti, sia del territorio (es. odontoiatri, medici di base) che dell’Azienda (es. onocologia, radioterapia, ecc).
DIAGNOSI E TERAPIA DELLE OSTEORADIONECROSI. Screening oncologico mirato e followup nei pazienti sottoposti a trattamenti con difosfonati. Trattamento conservativo/demolitivo delle lesioni, chirurgia odontostomatologica nei pazienti affetti.

Aree di eccellenza
La Chirurgia maxillo facciale di Alessandria fornisce diagnosi di I e II livello ed ha il più importante servizio di odontostomatologia dell’età pediatrica.
Dati di attività

ANNO 2014

Ricoveri orinari: 39
Day Hospital -Surgery: 449
estazioni ambulatoriali: – esterni: 4.886
– pronto soccorso: 578
– interni: 153
Posti letto: 2
interventi: 238

Indicatori di attività svolta
– Ricoveri medici (non chirurgici) – valore limite 10% (rilevazione 2007: 4,8%)
– Percentuale di pazienti che si rivolgono ad altre strutture dopo l’inserimento in lista di attesa – valore limite 5% (rilevazione 2007: 0%)
– Soddisfazione del cliente/paziente – valore limite 80% (rilevazione 2007: 93%)
Altre attività
La chirurgia maxillo facciale opera seguendo le più recenti metodiche messe a disposizione dalla scienza medica; di particolare rilievo risultano:
– Gel piastrinico
Alcuni componenti del sangue hanno trovato negli ultimi anni utilizzi non trasfusionali, quali i vettori di fattori di crescita e di proteine della coagulazioni da sfruttare come stimolo locale rigenerativo e/o emostatico in lesioni tessutali di vario genere. Sono note da decenni le proprietà adesive della colla di fibrina, utilizzata in ambito chirurgico per favorire la riparazione di lesioni varie. La colla di fibrina ha subito mostrato anche un effetto rigenerativo, ma questo è apparso nettamente più efficace con l’utilizzo di piastrine iperconcentrate e attivate sotto forma di gel. L’ impiego del gel piastrinico è risultato efficace nella riparazione tissutale e ossea in chirurgia maxillo-facciale e odontostomatologia (interventi ablativi della regione maxillofacciale, ricostruzione mandibolare, rialzo seno mascellare).
– Lembi liberi
Il lembo, in medicina, è un segmento di tessuto che contiene una rete di vasi sanguigni, e che può essere trasferito da un sito donatore per ricostruire un’area sede di perdita di sostanza (defect), causata ad esempio da traumi o da rimozione di tumori. La base del lembo, che contiene il supporto vascolare, è detta peduncolo. La tecnica classica prevede che il peduncolo rimanga ancorato alla base di espianto; in questo caso i lembi si dicono peduncolati ed i limiti sono determinati proprio dalla sede di prelievo e di destinazione che non possono essere molto distanti fra loro. Nelle tecniche più avanzate invece il peduncolo che contiene i vasi d’irrorazione del lembo viene talgiato, il lembo modellato, suturato e posizionato per garanire il miglior risultato e successivamente rivascolarizzato. E’ opportuno in questo caso parlare di trapianto.
– Distrazione ossea
La distrazione osteogenetica è una tecnica chirurgica che mira all’allungamento progressivo ed al rimodellamento di un segmento scheletrico mediante neo apposizione ossea determinando un graduale adattamento dei tessuti molli (cute, mucose, muscoli, nervi e vasi). L’allungamento del segmento osseo è ottenuto mediante osteotomie e progressivo e graduale dislocamento dei due monconi risultanti. La quantità di osso neoformato interposto tra i due segmenti determina l’entità finale dell’allungamento. Tale procedimento chirurgico si avvale di idonea strumentazione (distrattori osteogenetici) per distanziare, secondo i vettori direzionali preposti, i due monconi ossei, e quindi fornire loro una fissazione rigida, fattore indispensabile per l’ossificazione ed integrazione del tessuto osseo neoformato. Nascendo come diretta applicazione delle conoscenze acquisite in campo ortopedico, la distrazione osteogenetica in chirurgia cranio-maxillo-facciale si è sviluppata seguendo i principi utilizzati da Ilizarov per l’allungamento degli arti, opportunamente adattati alla biologia dello scheletro cranio-facciale.
Notizie Utili
 
Note
La Struttura è inserita nella S.C. di Otorinolaringoiatria.

Tipo
Semplice

Presidio
Presidio Ospedaliero SS Antonio e Biagio Via Venezia,16 15121 Alessandria (AL)

Ubicazione
Settore B - Fabbricato storico lato nord ovest - Colore Blu
Piano
Secondo

Direttore / Responsabile
Dr. Paolo Bellingeri
Tel.: 0131-206552
Fax.: 0131-206943
E-mail: pbellingeri@ospedale.al.it


Equipe e Capo Sala

  BELLINGERI PAOLO

  FASCIOLO ANTONELLA

  MEDICI ALESSANDRO

  ROTA DANIELA

Accessibility