Bambino

Il Presidio Cesare Arrigo, meglio conosciuto come Ospedale Infantile o Ospedaletto dagli alessandrini, è il secondo polo pediatrico della Regione Piemonte e al suo interno vi sono varie aree di attività: chirurgica, specialità mediche e terapie intensive, medicina fisica e riabilitativa; è anche sede del Pronto Soccorso e garantisce quindi le urgenze 24 ore su 24 e una risposta sicura per le famiglie di Alessandria e della sua provincia. Durante la degenza nei reparti è prevista la permanenza di un genitore in assistenza al bambino, così come in terapia intensiva pediatrica per i bambini coscienti.

La struttura è dotata di una foresteria interna, realizzata grazie alla Fondazione Ronald McDonald, con 4 stanze a due letti a disposizione dei genitori, che possono rivolgersi al personale per informazioni sull’utilizzo. Per i bambini ricoverati, inoltre, è previsto un supporto di Scuola in Ospedale.
Presso la Pediatria esiste un ambulatorio di Endocrinologia – Auxologia (bassa statura e obesità) e delle patologie endocrinologiche dell’infanzia, individuato come centro prescrittore dell’ormone della crescita. Sempre in attività ambulatoriale, in DH e ricovero, viene realizzata l’attività di Gastroenterologia pediatrica con esami di endoscopia diagnostica, diagnosi e follow up della celiachia, malattie infiammatorie intestinali e proteinodispersione intestinale. La Pediatria esegue inoltre l’attività di diagnosi e cura delle patologie oncologiche pediatriche come supporto del centro di riferimento regionale, come antenna della Rete di Oncologia Pediatrica della Regione Piemonte: è stato avviato il programma di presa in carico dei pazienti che escono dalla terapia del quadrante di Alessandria-Asti. Inoltre nel 2016, in occasione dei 125 anni dell’Ospedale pediatrico Cesare Arrigo, la struttura è stata qualificata a livello nazionale entrando nella rete degli ospedali pediatrici italiani “Associazione Ospedali Pediatrici Italiani”, fondamentale per il confronto e la riflessione dei nuovi modelli di assistenza al bambino.

Grazie alle numerose donazioni, in beni e denaro,è stato possibile implementare sia la dotazione strumentale e tecnologica del presidio sia il confort per i genitori; inoltre la collaborazione con le diverse Associazioni e Fondazioni, tra le quali la Fondazione Uspidalet, la Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald, l’Associazione Parent Project e l’Associazione Volontari Ospedalieri per l’Infanzia (AVOI), consente di poter qualificare e rendere ai pazienti servizi importanti non ricompresi tra i finanziamenti della Regione.

Accessibility