Accesso Pronto Soccorso

PRONTO SOCCORSO: cosa sapere, come fare!

Fornisce assistenza a tutti coloro che presentano un problema sanitario urgente non risolvibile dal medico di famiglia, dal pediatra di libera scelta o dalla Guardia medica.

L’Accesso al Pronto Soccorso può avvenire:

  • direttamente;
  • per invio da parte del medico di famiglia o della guardia medica.

Chi si rivolge al Pronto Soccorso accede alle cure non per ordine di arrivo, bensì sulla base dell’urgenza del proprio caso, attraverso una procedura chiamata “Triage”: al suo arrivo il paziente viene accolto da un infermiere professionale che ne valuta accuratamente i sintomi e gli attribuisce un codice-colore, indicante il livello di gravità del problema e quindi la priorità di accesso:

codice rosso-emergenza: 
imminente pericolo di vita. I medici del Pronto Soccorso intervengono immediatamente, anche sospendendo le altre attività in corso.

codice giallo-urgente: 
potenziale pericolo di vita. Viene assegnato al paziente per il quale esiste il rischio di compromissione di un’importante funzione vitale (respiratoria, cardiocircolatoria, neurologica). L’intervento viene garantito in tempi brevi.

codice verde-urgente differibile: 
situazione di non prevedibile pericolo di vita. Il paziente necessita di una prestazione medica che può essere eseguita anche dopo qualche ora, senza pericolo per le funzioni vitali. Viene assistito dopo gli interventi sugli eventuali codici rossi o gialli presenti o che giungono nel frattempo in Pronto Soccorso.

codice bianco-non urgente: 
caso non grave, non da Pronto Soccorso, ma per medico di famiglia o ambulatori specialistici. Il paziente viene assistito comunque, dopo i casi più urgenti e per quanto di competenza. 

 

 

INFO UTILI

I pazienti che usufruiscono di prestazioni di Pronto Soccorso codificati come “codici bianchi” alle dimissioni devono pagare un ticket di 25 euro. Non sono tenuti al pagamento i minori di 14 anni, indipendentemente dal reddito e le categorie esenti dal ticket sulle visite specialistiche e sugli esami diagnostici (Vedi la sezione “VISITE AMBULATORIALI).

Azienda Ospedaliera SS. Antonio & Biagio e Cesare Arrigo

Pronto Soccorso – DEA II° livello

Ricovero ordinario, Day Hospital e Day Surgery.

 

Presidio Ospedale Civile SS. Antonio & Biagio

Dipartimento di Emergenza e accettazione

ingresso di Spalto Marengo, 63 – tel. 0131.206440.

percorso specifico per età pediatrica della Città di Alessandria

 

Presidio Ospedaliero Pediatrico “Cesare Arrigo” (Ospedale Infantile)

Spalto Marengo, 46 – tel. 0131.207224.

Le patologie a cui può essere assegnato il codice bianco sono:

  • Visite oculistiche: sempre codice bianco escluso traumi o glaucoma acuto (I sintomi del glaucoma acuto sono generalmente evidenti: grave dolore oculare e arrossamento, visione ridotta, aloni colorati, cefalea, nausea e vomito). Naturalmente , diplopia è sintomo neurologico .
  • Visite otoiatriche: ipoacusia (tappo di cerume) – otalgia se non associata a dolore (o dolore lieve da 0 a 3) o febbre.
  • Punture d’insetto: sempre codice bianco se reazione locale.
  • Tutti i casi in cui il paziente può rivolgersi al medico curante o ad altra struttura ambulatoriale.
  • Richieste di esami già prenotati.
  • Ferite non necessitanti di sutura.
  • Il test di gravidanza è in vendita presso le farmacie, in P.S. la richiesta di accertamento di gravidanza è codice bianco.
  • Patologie chirurgiche minori (ad esempio cisti non suppurate, paterecci, unghia incarnita).
  • Considerare, per il dolore, da quanto tempo è presente e se non è aumentato nelle ultime 24 ore.
  • Visite differite – controlli .
  • Ortopedici: i non traumi (epicondiliti, gonalgie, coxalgie, dolori di tipo artrosico) – contusioni e distorsioni lievi, pazienti provenienti da altre strutture che hanno già eseguito una prima visita.
  • Traumi minori che accedono in Pronto Soccorso a 48 ore dall’evento.
  • Nota bene: in caso di dubbio relativo ai sintomi di presentazione sopraccitati, l’infermiere di triage ha la facoltà di variare il codice

Al paziente straniero che si reca al Pronto Soccorso e dichiara di non essere in possesso di documenti attestanti la copertura sanitaria (TEAM – Tessera Europea di Assicurazione Malattia, formulari comunitari o internazionali, codice ENI, codice STP), viene fatto sottoscrivere un modulo (vedi allegati) di impegno a presentarsi entro cinque giorni lavorativi presso L’Ufficio Anagrafe (situato al piano terra – Via Venezia, 16 – con orario di apertura 8.00-13.00 / 14.00-16.00) per esibire i documenti attestanti la copertura sanitaria o, in assenza, per corrispondere l’importo relativo alle prestazioni ricevute.

 

Prestazione in Pronto Soccorso a pagamento

 

Prestazione in Pronto Soccorso Pediatrico a pagamento

 

Grandezza Carattere