INCONTRO ALLA FAMILY ROOM DI RONALD MCDONALD PRESSO L’INFANTILE

By: | Tags: | Comments: 0 | luglio 5th, 2017

Non ci si rende conto di quanto siano importanti queste strutture finché non ne si ha davvero bisogno in prima persona. Siamo noi genitori a dovervi ringraziare perché questa struttura ci permettete di affrontare un periodo difficile della nostra vita con un po’ di serenità”.
Questa l’importante testimonianza di un padre, Luca Fanton, che oggi, martedì 28 marzo, ha accettato di parlare della sua esperienza durante un incontro all’interno della Family Room situata all’ultimo piano dell’Ospedale Infantile. In un salotto ricco di giochi con poltrone e pareti colorate si sono, infatti, riuniti alcuni dei responsabili della Fondazione per l’Infanzia Ronald McDonald Italia insieme alle caposala della chirurgia e ortopedia pediatrica, Laura Carollo, e della terapia intensiva pediatrica, Marta Greggio, e al Dottor Carlo Origo Capo Dipartimento Infantile il quale ha fatto gli onori di casa, perché di una vera e propria casa si tratta.
 “La struttura – come ha spiegato la Direttrice della Fondazione Tiziana Gagliardi – è formata da diversi ambienti adeguatamente attrezzati ed è dotata di  quattro stanze con due letti ciascuna quindi può ospitare fino a otto persone contemporaneamente, ma il progetto della Fondazione è quello di dedicare una camera ad ogni famiglia in modo tale da assicurare una maggiore privacy e tranquillità”. “Da quando la struttura è aperta e pienamente funzionante, cioè dal 2012 – ha aggiunto – ha già ospitato oltre mille famiglie provenienti soprattutto dall’intera Regione, ma anche da più lontano come Ostuni e attualmente due stanze su quattro sono occupate perché proprio questa mattina ci sono state due dimissioni”.
 Luca è il padre di un bambino ricoverato all’Ospedale Infantile, proviene dalla provincia di Verbania e si trova nella Family Room da otto giorni. “Quando hai un figlio piccolo malato l’ultima cosa che vuoi è allontanarti da lui, quindi rimanere all’interno dell’Ospedale grazie a questa casa è fondamentale; oltre alla vicinanza fisica, poi, poter riposarsi un po’ e prendersi cura di sé aiuta anche ad occuparsi meglio del bimbo e a essere quindi più predisposti verso le sue esigenze”. Il genitore, inoltre, ha spiegato che all’interno della Family Room ci si sente proprio a casa con la differenza che lì si convive con altre persone, ma anche il confronto con chi vive una situazione molto simile può essere d’aiuto.

 

Family Room
Accessibility